News Udc Italia

Centrodestra: Cesa (Udc), serve “quarta gamba” con centristi, da Fitto a Zanetti

Pronti ad accogliere alfaniani delusi, dentro Ap c’e’ forte disagio per intesa con Pd – Costruire nuovo partito ex Dc
Roma, 19 set. (AdnKronos) – ”Stiamo lavorando per dar vita alla cosiddetta quarta gamba del centrodestra come abbiamo fatto in Sicilia”. Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc, spiega all’Adnkronos le linee del nuovo progetto politico sponsorizzato da Silvio Berlusconi di costruire una sorta di federazione, pronta a correre al fianco di Fi alle elezioni nazionali del 2018, che raccolga i voti dell’area moderata di centrodestra delusa dai grillini e alternativa al Pd. ”L’Udc -racconta l’eurodeputato Cesa, unico esponente di un altro partito invitato alla convention di Fi a Fiuggi, accolto tra gli applausi della platea azzurra durante il dibattito sul terrorismo sabato scorso- lavora per la riaggregazione dell’area democratica cristiana in Italia, siamo pronti ad accogliere chiunque ci stia. Mi auguro che ci sia anche Fitto. Ma non solo lui, esistono tante forze politiche in giro che potrebbero essere interessate. C’è soprattutto l’associazionismo cattolico. Stiamo facendo liste davvero ‘strong’, vogliamo vincere”. “Fitto -sottolinea- è sicuramente un interlocutore, è un democristiano del resto, no? Dentro Ap poi c’è tutto un mondo democristianoche si sta trovando in forte disagio per la questione delle alleanze elettorali” dopo la virata a sinistra di Alfano. Altri ”interlocutori -continua- sono i liberali di Costa e Zanetti con cui ci troviamo d’accordo su alcune questioni e con cui è facile trovare una sintesi sui programmi da portare avanti”. ‘Vengo da Palermo e vedo un grande movimento che ci riguarda… Penso che ci siano tutte le condizioni per ricreare un partito con la ‘p’ maiuscola di area popolare, liberal democristiana”, assicura Cesa.