News

Elezioni, Cesa (Udc): Necessaria politica della concretezza

Roma, 30 dic. (LaPresse) – “In una coalizione, come sempre, composita, sia nel centrodestra che nel centrosinistra, ognuno e’ portatore di proprie idee, di propri progetti. Poi bisogna trovare delle sintesi; noi siamo sempre stati il contraltare della Lega negli anni passati. Vogliamo continuare a farlo: quando la Lega eccede su alcuni argomenti, noi diremo la nostra. E’ proprio questo il ruolo che vogliamo avere all’interno della coalizione”. Così Lorenzo Cesa intervistato da Radio Radicale. “Noi abbiamo un dialogo aperto, con Stefano Parisi, Sgarbi, Quagliariello e io mi auguro che tutti insieme possiamo realizzare questo progetto. Mettere insieme liberali e democratici cristiani e’ il sogno che abbiamo e che inizia a realizzarsi, e che va realizzato nell’interesse del Paese. E’ una forza del buon senso che deve fare una politica della concretezza, assolutamente necessaria da realizzare nell’interesse dell’Italia e dei giovani. Bisogna dare risposte ai problemi che ci sono: quello del lavoro, soprattutto giovanile, quello della povertà, da affrontare subito e con fermezza quando andremo a governare. Noi dobbiamo fare questo : far credere il nostro Paese, ritornare a fare in modo che il ceto medio possa vivere dignitosamente. Solo cosi’ si riprende la situazione economica e si contrasta il populismo. Non lo si fa attraverso slogan ma con atti concreti .”Forza Italia è Silvio Berlusconi. Stiamo parlando del più grande politico esistente, non in Italia ma al mondo. Lui sa come fare, sa interpretare le esigenze della gente, le sa trasformare in progetti, idee. E quando ha governato, ha fatto : c’e’ un ricordo positivo di lui”, aggiunge.