News

Eutanasia: Cesa, vicenda gravissima, non calpestare valore vita

“Ritengo gravissima la vicenda del bambino che è stato sottoposto a eutanasia in Belgio. Non si può calpestare il valore della vita, che per noi resta sacro e inviolabile. Chi ha deciso che quel bambino doveva morire? L’egoismo dei genitori? Capiamo che vedere ogni giorno un figlio in uno stato di sofferenza possa costituire un dolore enorme, ma questo non può giustificare la volontà e l’atto di ucciderlo”.