News

Governo: Cesa, politica economica Renzi è fallimento

“Renzi può dire quello che vuole. Ma i numeri sono numeri e da lì non si scappa. Da dicembre 2015 a giugno 2016, negli ultimi sei mesi, il debito pubblico italiano è cresciuto di 80 miliardi di euro. E attenzione non lo dico io e non l’ho letto sul sito gufo.it. Lo dice la Banca d’Italia. Dove sono finiti questi 80 miliardi in più spesi in 6 mesi? Con una cifra del genere noi avremmo potuto rilanciare sul serio l’economia italiana. Invece la realtà è che la spesa pubblica continua ad essere fuori controllo. La realtà è che non si è fatta nessuna spending review. Renzi può dire quello che vuole ma i numeri non mentono mai”. Lo ha detto il segretario nazionale UDC Lorenzo Cesa dal palco di Gallipoli nel corso del suo intervento di chiusura alla festa nazionale UDC. “La politica economica del Governo Renzi è un fallimento”, mette in evidenza Cesa secondo cui “la verità è che non c’è una politica industriale, non c’è la spending review, non c’è un grande piano di alleggerimento delle tasse sul lavoro, non c’è un grande piano di riduzione fiscale, non c’è un piano di rilancio degli investimenti”, rimarca Cesa che propone alcune misure straordinarie come “ridurre il deficit pubblico attraverso la vendita di una importante tranche (almeno 200 miliardi) dei quasi mille e 500 miliardi di immobili che lo Stato possiede”, “difendere il sistema produttivo manifatturiero italiano”, “pagare i debiti della pubblica amministrazione a decine di aziende sull’orlo del fallimento”.