News

Libia: Cesa, stabilizzare Paese, no a intervento se non c’è avallo Governo unità nazionale

“L’Italia piange la morte di Fausto Piano e Salvatore Failla. E’ un giorno molto triste. Quanto è accaduto ci fa capire che non è possibile più aspettare: vi è l’urgenza di stabilizzare un’area che dopo Gheddafi è piombata nel caos. L’Europa può svolgere un ruolo chiave in questa fase: serve una risposta unitaria e condivisa. Prima che entri in gioco il ruolo dell’Italia, è indispensabile che ci sia un interlocutore istituzionale con un governo in carica che dialoghi con l’Occidente per fermare la minaccia terroristica dell’Isis”. Lo afferma l’europarlamentare PPE, Lorenzo Cesa, secondo cui “se vogliamo fermare i flussi di disperati che attraversano il Mediterraneo bisogna affrontare il tema della stabilizzazione”. “Qualsiasi tipo di intervento – aggiunge Cesa – non potrà che essere previsto solo dopo una richiesta da parte del governo legittimo libico. Un intervento senza l’avallo del Governo di unità nazionale o in un quadro instabile sarebbe un pericoloso salto nel buio”, conclude Cesa.