News

Centro: Cesa, no a sommatoria simboli, su Ap serve verifica

“E’ del tutto evidente che l’operazione di Area popolare si è ridotta ad una sommatoria di simboli. Troppo evidenti le differenze di posizioni regionali ed i tentativi di annessione. Troppo evidenti le difficoltà non risolte all’interno di Ncd”. Lo ha affermato il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa nella sua relazione alla direzione del partito all’hotel Bernini che si è svolta Stamane a Roma. “Occorre fare -ha aggiunto- una verifica sul percorso che, dopo la nascita dei gruppi parlamentari, avrebbe dovuto vedere la celebrazione di assemblee democratiche per la nascita di un nuovo partito aperto alla adesione di altri. Invece, non solo non è accaduto questo, ma si stanno perdendo pezzi”. Per Cesa “queste circostanze rafforzano la considerazione che il ‘come’ si realizza questa operazione è determinante. Non si può pensare e tantomeno accettare che la nascita di questa forza passi per operazioni parlamentari di pura sommatoria che vanno da Verdini a Scelta civica. Abbiamo già vissuto queste illusioni algebriche senza politica.”