News

Scuola: Cesa, riforma è punto partenza, va applicata con estrema attenzione

“Ieri in Parlamento abbiamo approvato un provvedimento che ripensa il mondo della scuola sotto molti aspetti. Tuttavia, questo è il punto di partenza di un percorso: la riforma entrerà nelle aule scolastiche. Questo secondo momento, quello dell’applicazione della riforma, sarà quello più significativo e delicato da gestire con estrema attenzione”. Ne è convinto il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa che, intervenendo sulla scuola all’indomani della riforma approvata in Parlamento, spiega: “Nella riforma ci sono degli aspetti qualificanti che vanno valorizzati e ora adeguatamente messi in pratica: il primo è l’introduzione , in maniera strutturale, di una valutazione sia per i dirigenti scolastici che per i presidi. Così l’Italia si adegua al resto d’Europa. Il secondo aspetto che andrà concretamente realizzato per migliorare le prospettive dei nostri ragazzi è l’alternanza scuola-lavoro: le realtà lavorative così entrano a pieno titolo e in maniera sistematica nella vita della scuola, grazie a un monte ore obbligatorio previsto nel triennio delle scuole secondarie di secondo grado. Insomma, il lavoro è tutt’altro che finito. La riforma è appena iniziata”, conclude Cesa.