News

Grecia: Cesa, perdono greci perde Europa, ora Tsipras si assuma responsabilità

“Perde la Grecia, perde l’Europa. Se vogliamo superare questo momento di difficoltà, bisogna tornare alla politica, al progetto originario dei padri fondatori dell’Europa, agli Stati uniti d’Europa, un progetto difficile da realizzare ma spero che prima o poi si realizzi anche attraverso passaggi intermedi come l’unione monetaria, politica energetica, di sicurezza ed estera comuni, il rilancio del progetto Erasmus, tanto per fare degli esempi concreti. Bisogna arrivare a un’Unione politicamente forte, solo con un’autorità politicamente forte possiamo chiedere ai cittadini e agli Stati membri di fare dei sacrifici”. Lo ha detto ai microfoni di Rainews24 il segretario Udc ed europarlamentare PPE Lorenzo Cesa, nel corso della trasmissione “Il Transatlantico”.
Quanto accaduto in Grecia, secondo Cesa, “se si dovesse replicare in altri Paesi sarebbe lo sfascio dell’Europa”. Per Cesa, il referendum di Atene “era ambiguo e dagli esiti prevedibili: era come se, in Italia, avessimo chiesto agli italiani si o no alla riforma Fornero. Tutti avrebbero detto di ‘no’. Con il risultato che, però, oggi non potremmo pagare le pensioni per gli italiani La politica è assunzione di responsabilità. Non si può rompere per pochi milioni di euro un’intesa sui 35 miliardi offerti alla Grecia. Ora Tsipras venga e ci illustri chiaramente il pacchetto che intende presentare nei negoziati con l’Europa”, ha concluso Cesa.